crostate,  dolci,  torte

Crostata con crema di ricotta, frolla di Michel Roux

Sono giorni, precisamente da dopo Pasqua, che sento parlare di “smaltire” le uova di cioccolato e confesso che la cosa mi lascia un po’ perplessa perchè io ho sempre scorte di cioccolato per i miei dolci e anzi, avere anche quello delle uova mi fa solo che comodo.
Vabbè, elucubrazioni a parte nonostante la mia scarsa voglia di cucinare di questi ultimi tempi non posso esimermi dal preparare il dolce da servire alle amiche che vengono da me nel we, ormai è un appuntamento imprescindibile, loro se lo aspettano e io mi diverto a cercare sempre nuove idee da mettere in tavola.
A differenza di quanto sopra da smaltire io avevo della ricotta, volevo rifare la torta Susanna, una torta tipica di Parma, ma difficilmente amo ripetermi e quindi ho optato sempre per una crostata ma con la frolla di Michel Roux, neutra, un impasto che va bene sia per il dolce che per il salato, perfetto, lavorabilissimo, adatto anche per eventuali decorazioni che questa volta ho voluto fare in onore della Primavera sperando che prima o poi si decida ad arrivare, visto il tempaccio persistente!
Per la cottura ho usato il mio ormai fidatissimo anello micro forato Pavonidea che permette di cuocere in modo uniforme, non da ultimo di avere una forma precisa e perfetta.

 

 

 

 

Miseri resti…..

 

 


 

Crostata con crema di ricotta, frolla di Michel Roux

Per la frolla di Michel Roux da Frolla&Sfoglia
stampo da 17cm

250g di farina00
125g di burro a pezzetti leggermente morbido
1 uovo
1 cucchiaino di zucchero
1/2 cucchiaino di sale fino
40ml di acqua fredda

Versare la farina sul piano di lavoro, fare un buco al centro e mettervi il burro, lo zucchero, il sale e l’uovo,
cominciare ad impastare con la punta delle dita incorporando poco alla volta la farina fino ad avere un composto grumoso,
aggiungere l’acqua lavorando sempre con la punta delle dita fino a che l’impasto comincia a stare insieme,
spingere lontano l’impasto col palmo della mano schiacciandolo, ripetere 4-5 volte fino a che è ben liscio,
avvolgere nella pellicola e riporre in frigorifero per un paio d’ore.

Per il ripieno:

350g di ricotta
50g di zucchero a velo
2 tuorli
1 cucchiaio di farina
100g di cioccolato tritato grossolanamente

Versare in una ciotola la ricotta e lavorarla con lo zucchero fino a che diventa liscia,
unire i tuorli e la farina, mescolare con la frusta per incorporarli bene quindi aggiungere il cioccolato tritato.

Imburrare e infarinare l’anello micro forato, appoggiarlo su una teglia coperta da carta forno,
stendere la frolla a uno spessore di 3mm e rivestire lo stampo pareggiando i bordi con un coltello,
mettere 20 minuti in frigorifero, stendere la frolla restante dalla quale ricavare eventuali decori, mettere in frigorifero anche quest’ultima,
accendere il forno a 180°c,
versare nel guscio la crema di ricotta, decorare con i soggetti scelti e cuocere per 40 minuti,
togliere dal forno e far raffreddare perfettamente la crostata prima di sformarla.

Note:

Nel libro la temperatura di cottura è a 190°c, io ho un forno che scalda molto per cui mi sono mantenuta più bassa.
Con questa dose di impasto ho fatto la crostata da 17cm, i decori e ne è avanzato un po’ che ho congelato e userò come base per un cheese cake o qualche decoro quando si presenterà l’occasione, non è comunque sufficiente per un’altra crostata.

 

 


 

 

Condividi

2 Comments

    • Dauly

      Grazie, ero scettica su questa frolla, più che altro perchè dovendo servirla a una cena avevo paura che gli amici non l’apprezzassero e invece è buonissima e bilancia la dolcezza del ripieno. Riguardo all’estetica questo è proprio il massimo che riesco a fare, dovrei applicarmi di più 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.