cioccolato,  crostate,  dolci,  pasqua,  torte,  torte al cioccolato

Crostata al formaggio

Premessa: su Facebook ho solo contatti “mangerecci”, non accetto altre “amicizie” che non siano legate al cibo. Ho pochissimi amici reali perchè con loro preferisco un rapporto diretto, non mi piacciono le persone che approfittando di una conoscenza reale vengono a leggere sui social un pacchetto di fatti miei (e ce ne sono eh, uh se ce ne sono!).
Sembrerà assurdo perchè uno potrebbe anche pensare che se decido di essere su un social dovrei anche accettare il fatto di essere in piazza, ed è proprio per questo motivo che la funzione principale è legata al blog, alle ricette da condividere e quelle da scopiazzare, sempre citando le fonti, mi raccomando!
Una di queste ultime è la torta al formaggio vista sul blog di Chiara, appena l’ho vista mi si sono accese le papille poi andandola a leggere con attenzione ho avuto i primi dubbi, non per sfiducia verso di lei che è una delle foodblogger con le quali vado sul sicuro, ma perchè per me era troppo tutto, troppo burro, troppo zucchero, troppo insomma!
Dopo uno scambio di opinioni con Chiara anche lei mi conferma che la dose di caramello è eccessiva, che ha tolto zucchero nella crema al formaggio e così prese le dovute annotazioni decido che sarà la torta per Pasqua.
Però io devo mettere le mani dappertutto, è più forte di me, devo sempre cambiare qualcosa e siccome non amo particolarmente le basi da cheese cake, le classiche con biscotti tritati e burro fuso come in questo caso, ecco che ho deciso di fare una frolla al cacao trasformando la torta al formaggio in una crostata al formaggio.
Nella ricetta originale il dolce andrebbe guarnito con ciuffi di meringa italiana fiammeggiati col cannello, io ho decorato con ovetti confettati spezzettati e la porterò in tavola sull’alzata Message rosa di Pavonidea , deliziosa!
Di quanto buona sarà la crostata ve lo potrò dire solo la sera di Pasqua, anche per la fotografia della fetta dovrete pazientare, nel frattempo potete vederla da Chiara.

 

 

Questa crostata necessita di alcuni passaggi con relativo riposo, la cottura del guscio è in bianco, ovvero senza farcitura, per fare questo in modo ottimale consiglio di rivestire la base di frolla con carta forno e pesi, che abbiate quelli in ceramica o legumi non fa differenza.

 


Crostata al formaggio
ricetta presa dal blog Chicche di Kika

Per la frolla al cacao:
220g di farina 00
30g di cacao amaro
125g di burro morbido
100g di zucchero a velo
1 uovo
un pizzico di sale

Mescolare farina e cacao,
montare con le fruste elettriche burro e zucchero a velo, quando sarà bianco e spumoso aggiungere l’uovo mescolando a velocità media quindi unire farina, cacao e sale, lavorare brevemente fino a che l’impasto si compatta,
formare una palla, appiattirla e avvolgere in pellicola, lasciare in frigorifero almeno 30 minuti,
accendere il forno a 180°c, imburrare una tortiera da 22cm di diametro,
stendere la frolla al cacao fra due fogli di carta forno fino allo spessore di 3mm, trasferire la frolla nella tortiera, pareggiare i bordi, punzecchiare il fondo con una forchetta, ricoprire con un foglio di carta forno e gli appositi pesetti o legumi secchi, cuocere per 25 minuti,
togliere dal forno, lasciare raffreddare, togliere carta e pesi, sformare il guscio e tenere da parte.

Per il caramello (metà dose):
155g di zucchero
125g di panna fresca
60g di arachidi salate (quelle da aperitivo)

Tritare grossolanamente le arachidi,
versare in un pentolino con fondo spesso un paio di cucchiai di zucchero, appena comincia a sciogliersi sui bordi aggiungerne altri due senza mescolare e muovendo il pentolino avanti e indietro, continuare in questo modo fino a terminare lo zucchero e cuocere finchè si ottiene un caramello ambrato,
nel frattempo scaldare la panna, togliere il caramello dalla fiamma ed unire poca panna per volta facendo attenzione agli schizzi, rimettere sul fuoco basso e a questo punto mescolare con una frusta e cuocere un paio di minuti,
spegnere e dopo 30 minuti aggiungere le arachidi tritate, versare sul fondo del guscio di frolla e mettere in frigorifero 30 minuti,
sciogliere 60g di cioccolato fondente con 2 cucchiai di burro, spennellare sul caramello freddo e lasciare solidificare.

Per la crema al formaggio:
375g di formaggio spalmabile (tipo Philadelphia, Quark ecc)
200g di panna acida
2 fogli di colla di pesce + 2 cucchiai di panna o latte
150g di cioccolato bianco

Idratare la colla di pesce in acqua fredda, scaldare 2 cucchiai di panna o latte, strizzare la gelatina e farla sciogliere nel liquido caldo,
tritare il cioccolato bianco e farlo fondere a bagno maria o in un pentolino dal fondo spesso,
mescolare il formaggio e la panna acida, montarli con una frusta per ottenere una crema liscia, unire la colla di pesce e il cioccolato bianco fuso,
mescolare prima con la frusta e poi con un mixer a immersione,
versare la crema nel guscio lasciando libero circa 1/2cm dal bordo, mettere in frigorifero per 4 ore.

Per la ganache al cioccolato:
200g di cioccolato fondente
100ml di panna fresca

Tritare il cioccolato,
scaldare la panna portandola quasi a bollore, versarla sul cioccolato in tre volte mescolando con la spatola fino a che si ha una ganache liscia e lucida,
versarla sulla crema e mettere poi in frigorifero.

Lasciare la crostata al formaggio a temperatura ambiente almeno mezz’ora prima di servirla.

 

Aggiornamento:

Come promesso ecco la foto della fetta e il parere su questa torta, è buonissima, basta dire che l’ha mangiata anche mio fratello che non mangia MAI dolci, se non la Sacher e se ne ha voglia!
Il dolce-salato del caramello, l’acidità della crema al formaggio, la dolcezza vellutata della ganache si armonizzano perfettamente fra di loro.

 

 


Note:
A me sono avanzati un po’ di frolla, crema e caramello, ne ho ricavato delle piccole tartellette che servirò a Pasquetta.

 

 

 

 

 


 

 

Condividi

8 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.