pecan-snowballs-ottolenghi
biscotti,  dolci,  ricette di Ottolenghi

Biscotti pecan snowballs di Ottolenghi

 

Non ne sbaglia una, leggi un suo libro, scegli una ricetta e sei sicura che sarà perfetta!
In questo caso anche il numero dei biscotti, 21 era scritto e 21 sono venuti, credo non mi sia mai successo con altre ricette di chef più o meno titolati.
Lo sapete di chi parlo, se siete qui a leggere mi conoscete e sapete quale venerazione io abbia per Ottolenghi.
Sono giorni che la cucina è un po’ trascurata, questa faccenda del nuovo blog mi sta prendendo tanto tempo e mi sta sfinendo, per una che non sa districarsi in questo settore le difficoltà sono amplificate, centuplicate e mi ritrovo a preparare sempre qualcosa di semplice e velocissimo, ma oggi mi sono chiusa in cucina e oltre che zuppe confortanti e verdure al forno ho fatto questi biscotti il cui nome e aspetto rappresentano perfettamente quello che vedo dalla mia finestra, candidi fiocchi di neve!

La ricetta l’ho presa da Sweet, non trovo le parole giuste per descriverne la bontà, posso solo dirvi di provarli e assicurarvi di persona quanto siano irresistibili, fragranti, delicati, delle snowballs candide e leggere!

 

 

Altre ricette di Ottolenghi le trovate sulla pagina che gli ho dedicato, potete farle senza nessun dubbio sulla riuscita finale, sono tutte provate e approvate!

 


 

Pecan snowballs di Yotam Ottolenghi
da Sweet    per 21 biscotti

 

90 g di noci pecan
120g di burro morbido
65g di zucchero a velo
semi di mezza bacca di vaniglia
1/4 di cucchiaino di estratto di vaniglia
1/2 cucchiaino di brandy
165g di farina 00
un pizzico di sale
50g di zucchero a velo per la finitura dei biscotti

Accendere il forno e portarlo a 180°c,
foderare una placca con carta forno, distribuirvi le noci pecan e farle tostare per 8-10 minuti, lasciarle raffreddare e frullarle per ottenere una farina,
montare con il gancio a foglia burro e zucchero a velo, quando è ben spumoso unire i semi di vaniglia, l’estratto, il brandy e il pizzico di sale, la farina di noci pecan e mescolare a bassa velocità,
aggiungere la farina, incorporarla montando a bassa velocità e terminare di impastare a mano per 30 secondi,
formare una palla, appiattirla in un disco, avvolgere nella pellicola e riporre in frigorifero per 30 minuti,
portare il forno a 190°c,
foderare una placca con carta forno (o usare quella precedentemente usata per le noci),
formare delle palline da 20g l’una e disporle sulla placca, cuocere i biscotti per 16-18 minuti,
sfornare i biscotti e lasciarli sulla teglia per 3 minuti, nel frattempo versare in una ciotola i 50g di zucchero a velo,
rotolarvi i biscotti e rimetterli sulla teglia per 5 minuti, ripassarli nello zucchero a velo fino a che ne saranno completamente ricoperti.
Si conservano in una scatola di latta per una settimana (ma finiranno in due giorni).

NOTE:

Io non avevo brandy ed ho usato del rum, Ottolenghi lo elenca fra le possibili varianti insieme a del Pastis o Pernod.
Con il mio forno sono cotti in 16 minuti esatti, devono essere leggermente dorati.
I 50g di zucchero a velo secondo me sono pochi soprattutto se li si vuole ben ricoperti, io ho fatto solo un passaggio  perchè per i miei gusti avevano già raggiunto il massimo di dolcezza che non li facesse diventare stucchevoli, ma sono gusti personali, assaggiatene uno e poi decidete se continuare o meno.

 


 

 

Condividi

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.