minestre,  primi

Passatelli di castagne in brodo di zucca

anche se dalle temperature non sembra, almeno qui da me, siamo in inverno e d’inverno adoro i brodi caldi e fumanti, le zuppe, le vellutate.
per una pastasciuttara come me potrebbe sembrare inverosimile ma l’inverno mi trasforma, un po’ come se mangiassi una pozione magica!
ogni settimana preparo un brodo vegetale di base con carota, sedano, cipolla, patata, prezzemolo e alloro, poi filtro, metto in una bottiglia e lo conservo in frigorifero, a qualcosa serve sempre, anche semplicemente per una minestrina semplice e le verdure cotte si possono frullare per preparare guarda caso un bel passato, un filo d’olio ed è pronto.

e per non farmi cogliere impreparata congelo anche prodotti di stagione per poi ritrovarmeli quando mi “prende una voglia”!
così con delle castagne e della zucca già cotte e messe in freezer ecco cosa ho preparato:

 

 

PASSATELLI DI CASTAGNE IN BRODO DI ZUCCA:


per i passatelli, per due persone:

150g di castagne bollite già pulite
30g di pangrattato
50g di parmigiano reggiano millesimato 36 mesi Bertinelli
2 uova
1 cucchiaio colmo di farina di castagne
passare al setaccio le castagne, metterle in una ciotola e mescolarle insieme al resto degli ingredienti, aggiustare di sale, formare una palla e lasciarla riposare al fresco.

per il brodo:

200g di zucca già cotta
1 scalogno
1 foglia di alloro
un ciuffetto di finocchietto o barbina di finocchio
1,5l di brodo vegetale
sale
olio

passare la zucca al setaccio,
soffriggere lo scalogno tritato, unire la zucca e le erbe, mescolare bene per far insaporire e versare il brodo,
cuocere per circa 15 minuti, aggiustare di sale e mantenere il brodo a leggero bollore,
mettere l’impasto nell’apposito attrezzo e schiacciare facendo scendere i passatelli senza tagliarli nè mescolarli, quando salgono a galla toglierli dal fuoco e servirli con qualche pezzetto di castagna bollita e qualche arachide salata e tritata.

la raccomandazione di non mescolare i passatelli non è a caso, questi sono molto delicati e tendono a disfarsi facilmente, ed ora gustateveli!

 

 

4 commenti

Rispondi a Iulia Lampone Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.