antipasti,  conserve,  contorni

la giardiniera della mia amica Ely

ho parlato molte volte della mia amica ostessa, così chiamata simpaticamente da me perchè da quel di Camogli, davanti a un mare stupendo, ha deciso tempo fa di dare una svolta alla sua vita e di aprire un bar sull’appennino emiliano, da bar è passata a una piccola cucina, dalla piccola cucina è arrivata al ristorante dove propone ricette emiliane ma soprattutto liguri.
ha anche un blog ma che per ovvi motivi di tempo non aggiorna più, ma io ho la fortuna di carpirle qualche ricetta, molte sue e della tradizione ligure appunto, molte anche delle donne del posto, ricette antiche, di quelle che si usano ormai in rare occasioni.
questa giardiniera arriva appunto da una signora che l’ha passata ad Elisabetta, lei l’ha provata ed “approvata” quindi dopo un paio di giorni era anche sulla mia tavola, buona ma buona che diventa anche pericolosa, ci mangio quintali di pane, soprattutto pucciato nell’olio!

a differenza della ricetta originale io ho aggiunto anche le carote, le verdure rimangono ben croccanti, mi raccomando di non sforare con la cottura per non ritrovarsi con una pappetta indistinta!

GIARDINIERA CON POMODORI VERDI:
 
1kg di cipolle dolci
1kg di pomodori verdi ben sodi
1kg di peperoni gialli e rossi ben carnosi
500g di carote
60g di sale grosso
350g di zucchero
1/2l di aceto bianco
1/2l di olio evo
lavare, pulire ed affettare le verdure tenendole separate,
mettere sul fuoco una pentola con l’aceto, il sale e lo zucchero, portare a bollore e cominciare a cuocere le verdure cominciando con le cipolle, dopo 3 minuti scolarle con un ragno e metterle in una terrina, continuare così con i peperoni, i pomodori verdi e le carote,
far scolare le verdure in uno scolapasta per un paio d’ore quindi riporle nei vasi aggiungendo olio quanto basta a coprirle, sbattere i vasetti in modo che l’olio si distribuisca bene e se occorre aggiungerne altro,
chiudere i vasetti e sterilizzarli per 20-25 minuti o fino a quando il coperchio avrà creato il sottovuoto.
i tempi di cottura sono indicativi, a me piacciono le verdure molto al dente, se preferite allungate di 1 minuto la cottura dei peperoni e delle carote, per il resto lasciate i 3 minuti per cipolle e pomodori che non devono spappolarsi.
ed ora via, correte a sterilizzare vasetti, che si preparano conserve!

7 commenti

Rispondi a La cucina di Esme Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.