primi,  ricette vegetariane

cous cous alle verdure croccanti e spezie

 
 
 
 

come si comincia un post quando non si ha voglia di parlare e forse neanche di pensare?

brutta giornata oggi, visita dall’anestesista del 93enne in attesa dell’intervento, visita per me dalla quale sono uscita sconfortata e avvilita, dopo un anno e mezzo di cura questa maledetta depressione si è aggravata.
speravo che la nuova casa e il mio nuovo status mi avrebbero dato una carica in più, una visione diversa delle cose, e invece niente, sono peggiorata e me lo sentivo!
sentivo questa svogliatezza che mi impedisce di occuparmi anche delle cose più banali, questa stanchezza che non mi abbandona mai, il non riuscire a trovare il senso di niente!

ed ora che ancora una volta devo occuparmi di un malato, di vedere un’altra sofferenza tutto questo mi manda ancora più in crisi perchè devo trovare le energie necessarie e non so dove cercarle, mi sento completamente svuotata e allo stesso tempo devo, devo, sempre questo “dovere fare” anche se scapperei in capo al mondo!

15 anni, QUINDICI ANNI che mi occupo e preoccupo degli altri, che vedo soffrire e vivo la paura della perdita, ormai sono esausta, stanca di avere perso la leggerezza e la spensieratezza che ormai non ricordo più come siano fatte!

ecco, il post l’ho cominciato, magari non come volevo o come non avreste voluto voi che venite a cercare semplicemente una ricetta, ma ogi dovete prendermi così!

la ricetta però c’è, ed è pure buona!
buona, leggera, vegetariana e profumata di spezie, un cous cous fatto con verdure semi-moribonde che avevo in frigorifero e come spesso succede hanno dato vita a un piatto davvero buono!!

 

 

COUS COUS CON VERDURE CROCCANTI E SPEZIE:
dosi per 2 persone:


150gr di cous cous precotto
2 carote piccole
10 asparagi sottili (asparagina)
200gr di taccole
1 pomodoro tondo
2 spicchi d’aglio
scorza di lime
scorza d’arancia
zenzero fresco
zenzero in polvere
curcuma
curry
olio evo
sale

lavare e pulire le carote e tagliarle a dadini,
lavare gli asparagi, tagliare le punte e una parte del gambo a piccoli pezzi,
lavare le taccole e tagliarle a losanghe di un cm circa,
mettere una pentola d’acqua sul fuoco e scottare le taccole per 5 minuti, scolarle e metterle in una padella con un filo d’olio e lo spicchio d’aglio, saltarle per un minuto e spolverarle con le spezie in polvere,
cuocerle per altri 3-4 minuti quindi aggiungere gli asparagi e le carote e farli ben insaporire senza però cuocerli, togliere l’aglio e tenere da parte,
lavare e svuotare dai semi il pomodoro e tagliarlo a dadini,
preparare un’emulsione con circa 50gr di olio evo, le scorze degli agrumi, il sale, lo zenzero fresco grattugiato e un pò di aglio schiacciato con l’apposito attrezzino, sbattere con una forchetta e tenere da parte,
mettere il cous cous in una ciotola e coprirlo con  300gr di acqua fatta bollire con un cucchiaino di sale e un cucchiaio di olio evo, aspettare per cinque minuti che si gonfi, rimetterlo sul fuoco per 2-3 minuti sgranandolo con una forchetta e versarlo nella padella con le verdure, mescolare bene, aggiungere l’emulsione di olio e i dadini di pomodoro e rimescolare per amalgamare tutto.
servire a temperatura ambiente.

non ho messo le dosi delle spezie e dell’aglio perchè credo possano variare a seconda dei gusti, comunque non lesinate!

alla prossima proposta, sperando di avere un’umore migliore!

14 commenti

  • Erica Di Paolo

    So che non ci sono parole, e lo sai anche tu. Le risposte le abbiamo dentro. Che non sia facile solo….. noi….. lo sappiamo: gli altri possono dire frasi fatte. Ma sono convinta che sia il momento in cui cambierai prospettiva di visione delle attuali situazioni, a determinare il tuo successo personale. A me è costata fatica capirlo…. ma oggi sono fierissima del mio piccolo mondo, della mia guarigione (mia…. nessuno mi ha aiutato perché nessuno mi avrebbe potuto aiutare) e delle mie conquiste quotidiane, nonostante tutti i…. NONOSTANTE!
    Scusa se mi sono permessa e scusa se l'ho fatto qui. Ma tu hai iniziato così un post. La ricetta è strepitosa, ma tu sei più importante!! <3

  • annaferna

    ciao Dauly
    aspettavo la pubblicazione di questa ricetta ma l'antefatto mi ha intristita non poco.
    Non ho la pretesa di salire su nessuna cattedra non ne ho le capacità professionali ma vorrei abbracciarti forte forte e sussurrarti che la vita mette a dura prova tutti prima o poi , che tutti prima o poi abbiamo l'obbligo di affrontare salite dolorose ma, e c'è sempre un ma, come già ti ho scritto,TUTTO questo fa parte della vita ….è l'unico modo per andare avanti, è quello che funziona con me, convincersi e metabolizzare che tutto questo fa parte della vita…bella, bellissima nonostante tutto!!
    ti abbraccio forte forte virtualmente e lascio il commento alla splendida ricetta agli altri <3

  • Simo

    ti capisco in pieno, il tuo sfogo è mormale, mio papà ultimamente non è stato bene ed ho avuto un periodo di forte stress per cui mi sento davvero stanchissima…posso capire che quindici anni non sono un giorno e metterebbero alla prova chiunque.
    Non arrenderti però, curati, non lasciarti andare, te stessa e la tua vita sono importanti e non devi trascurarti ed annullarti assolutamente!
    Ti abbraccio e mi gusto le bellissime immagini del tuo ottimo cous cous

  • elenuccia

    Ti capisco… non l'ho mai provato sulla pelle ma ho visto i miei "combattere" per anni con le mie nonne che avendo la stessa eta' hanno comincato a cedere piu' o meno nello stesso periodo. Posso dire che e' stato il periodo piu' brutto della mia vita, l'unico in cui ho sentito i miei litigare, ho raccolto le confidenze arrabbiate di mia mamma verso mio padre "che non capiva" la situazione. Ho visto i miei genitori trasformarsi da persone solari a esseri perennemente arrabbiati.
    So che fa brutto dirlo, ma dopo che le mie nonne sono morte (i miei nonni erano gia' morti prima che io nascessi) finalmente sono riusciti a ritrovare un po' di serenita'

  • Angelica p

    Molte volte si pensa sempre agli altri e ci si dimentica sempre di se stessi!Anche per me non è un periodo gioioso, ogni giorno i miei genitori mi contattato per darmi notizie sconvolgenti, a volte anche drammatiche! Spero che sia solo un periodo e dopo la situazione migliori!
    intanto gustiamo questo delizioso cous cous in attesa dell'estate!

  • Anisja

    Mi dispiace, non voglio ripetere luoghi comuni del genere "bisogna farsi forza", " le cose brutte poi passano" … magari cose che hai sentito e risentito tante volte …. hai tutta la mia comprensione.
    In compenso il cus cus è bellissimo!!!

  • Sandra dolce forno

    Ciao, non ci conosciamo…hai messo un "mi piace" ed io ho cercato di saperne di più.
    Quello che ho letto in questo post mi ha messo un pò di tristezza, ma oggi si vede che è una giornata così, non sei la prima che "leggo" giù…potrei dirti che passerà, che andrà meglio, che domani sarà un giorno migliore. E potrebbe essere davvero così. Ma potrebbe non esserlo. Tutto quello che possiamo fare è cercare e trovare una goccia di luce in questo mare buio. Tu fai una cosa fantastica : condividi il tuo stato d'animo, non tutti ne sono capaci!
    Ti auguro … quello che desideri 🙂
    Ciao , Sandra

  • Francesca P.

    Ho iniziato a leggere perchè amo il cous cous, le verdure e le spezie, poi pian piano le tue parole mi hanno scosso e trasmesso tante sensazioni… io ricerco serenità e tranquillità come posso, con le unghie e con i denti, aggrappandomi a colori tenui, cose belle e liete, piccole gioie della semplicità e del quotidiano… perchè lì secondo me c'è la chiave per vivere meglio, abbiamo vicino quello che ci può far sorridere, basta vederlo… certo, ci sono periodi in cui la vita urla e graffia e ci spinge in un vortice buio, ma io, sarò ingenua e troppo romantica, credo ci sia prima o poi una via di uscita e uno spiraglio di luce che si intravede… mai mollare, tutto si evolve e passa, anche le situazioni più dolorose e drammatiche… questione di pazienza? Forse, ma anche di coraggio, forza e voglia di farcela… perchè la felicità ce la meritiamo…
    Non ti conosco ma sentivo di dirti tutto ciò, d'istinto…

Rispondi a Anisja Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.